Il Blog del Gigante

Dove c'è tana c'è casa


Mamma, me lo compri?

Era un po’ che ci pensavo, finalmente ho trovato il servizio web 2.0 che fa per me…
Ho messo la mia lista dei desideri (nel senso di cose che vorrei prima o poi comprarmi) su Wishlistr.com. La si può vedere cliccando sul bottone sottostante o sul link sulla barra laterale del blog.

Mamma, me lo compri?

Diciamo che ci sono cose un po’ esose e molte che non potrò avere se non fra molto tempo… Però intanto me le segno!

I regali comunque sono sempre ben accetti! 🙂

Annunci


Grecia 2008: Episodio 12 – Alla ricerca delle sorgenti (29.8)

grecia2008-top.jpg

Oggi avventura!
Risaliamo il fiume Acheronte a partire da Gliki fin dove sia possibile arrivare senza attrezzatura e senza mettere a repentaglio la salute delle macchinette fotografiche: insomma un’avventura di quelle un po’ finte che si vedono ultimamente in tv. Però divertentissima. E gelata.
Sì perché per risalire il fiume se ne percorre necessariamente il letto (scorre in una gola). Il problema è che in quel punto l’Acheronte è ancora un gelatissimo fiume di montagna. In più, in alcuni punti, per andare avanti è necessaria l’immersione fino al collo. La circolazione sanguigna (specie degli arti inferiori) chiede vendetta!


Grecia 2008: Il Cozzo

grecia2008-top.jpg

Storia:
Il Cozzo è un mitile senziente che vive nelle acque della baia della capitale del regno. La sua natura è dovuta ad una dispersione magica fuoriuscita dalle fabbriche incantate del malvagio re. E’ un bravo essere, ma molto suscettibile. Se si vuole farlo infuriare basta stuzzicarlo con frasi del tipo:

Ma chi ti credi di essere: ’sto Cozzo?

Da anni viene cacciato (senza successo) dal nano Krang, il quale vuole realizzare l’impepata definitiva.

La verità:
Idem come per Arturo. Non dico altro…

Il Cozzo


Grecia 2008: Arturo dai grandi piedi

grecia2008-top.jpg

Storia:
Arturo dai grandi piedi è un contadino del regno noto per la sua bontà. In realtà è noto soprattutto per il suo 73 e mezzo di scarpe: scarpe che però non ha mai avuto perché nessun calzolaio ha mai avuto voglia e pazienza di mettersi a fare due oggetti del genere. Nonostante questo, il povero Arturo è apertamente osteggiato da qualsiasi bovino lo incontri, vedendo in lui una bestia assetata di cuoio. Questo gli crea non pochi problemi in fase di aratura del suo appezzamento.

La verità:
Il personaggio di Arturo nasce dal mio fantasticare sui racconti delle mie compagne di viaggio. Non dico altro…

Arturo dai grandi piedi