Il Blog del Gigante

Dove c'è tana c'è casa

Going to Ravello: Atrani à go-go [06.12]

La guida ci ha consigliato bene. Il ristorante ‘a Paranza di Atrani è stato veramente ottimo ed è stata la ciliegina sulla torta di questa bella vacanzetta.

Ma procediamo con ordine.

Prima di entrare al ristorante abbiamo visitato il paesino. Atrani è un gioiello incastonato nella costiera. Anche lui fatto più che altro di scale e scalette, si trova circa un chilometro prima di Amalfi venendo da Ravello per la litoranea. Abbiamo anche scoperto che Atrani è il comune d’Italia con la più piccola estensione territoriale, il che è comprensibile visto che è arroccato sul fianco della parete rocciosa e si sviluppa quindi quasi in verticale.

Dopo la passeggiata (in realtà non lunghissima, perché eravamo abbastanza affamati) siamo andati verso il ristorante, dove, su suggerimento del bravo cameriere, ci siamo orientati su un menu a base di pesce, che riporto qui sotto:

Antipasti: Fiore di zucca fritto con ricotta, provola e pesce spada, Alici panate alla pizzaiola, Involtini di pesce azzurro (di cui malauguratamente non ricordo il nome) con scamorza, Scampi su crema di ceci, Polipetti su crema di zucca, Bruschetta con pomodoro, Bruschetta semplice, Capasanta gratinata con ricotta;
Primo: Paccheri al coccio (il pesce non la stoviglia! 🙂 );
Dolci: Pasticciotto atranese (con crema e amarena), Delizia al limone;
Vino: Falanghina del Sannio 2008;
Liquori: Anice e arancia, Nocillo.

Da Diari di pasto.

Con tranquillità, ma senza fare le ore piccole, ci siamo poi diretti verso il B&B, per recuperare dalla stanchezza della lunga giornata e prepararci agli ultimi giri di lunedì. Il programma è quello di proseguire lungo la costiera per dare una veloce occhiata a Amalfi e Positano, prima di puntare nuovamente verso casa, dove ci aspetta il nostro micino, che, pur sotto le cure di chi di dovere, avrà sicuramente sofferto la nostra assenza per (ben!) due notti.

Annunci

Autore: Il Gigante

Grande. Molto grande. Informatico per lavoro, cazzaro per vocazione, gigante per natura.

I commenti sono chiusi.