Il Blog del Gigante

Dove c'è tana c'è casa

Pinnacola

Grandiosa vittoria per 2-1 di pinnacola a squadre (due squadre da tre giocatori) ieri…

Il regolamento:

La pinnacola si gioca con 2 mazzi di 52 carte francesi, a coppie contrapposte.
Per pinnacola s’intende quando il giocatore cala sul tavolo una scala che va da carta a carta (da Asso ad Asso) senza Jolly (matte)
Il mazziere distribuisce 13 carte coperte per ciascuno (in alcune varianti le carte sono 19), il resto del mazzo si mette al centro e si scopre la prima carta.
Ogni giocatore a turno deve pescare una carta dal mazzo, inserirla fra quelle che ha in mano, eventualmente calare una o più combinazioni. In alternativa si può pescare dalla fila di carte scoperte, detta il pozzo, ed infine scartare una carta aggiungendola al pozzo.
Le carte scartate vanno poste in fila e non in pila, per dar modo di poter prendere dal pozzo qualsiasi carta scartata dagli altri. Nel prendere una carta dal pozzo che non sia quella appena scartata, si dovranno prendere anche tutte le altre carte scartate dopo di essa con l’obbligo di formare la combinazione solo con la prima carta e metterla a terra. È possibile sostituire i Jolly a terra (sia i propri che quelli degli avversari);(Facoltativo l’obbligo di fare una combinazione con essi e metterli a terra subito).

A pinnacola ogni giocatore deve formare combinazioni da calare sul tavolo o attaccarsi alle sue combinazioni già calate così da liberarsi delle carte: lo scopo è di chiudere la mano, fare più punti possibile attraverso le carte e le combinazioni di maggior valore. attenzione non si può chiudere se almeno non si è fatto prima almeno un poker e una pinnacola di 7 carte senza jolly.
Se il giocatore ha una o più combinazioni in mano, può decidere di calarle quando vuole, anche alla prima mano (le combinazioni possono essere: scale con un minimo di tre carte; tris o poker di carte uguali con diverso seme). Se non ha calato almeno una combinazione di tre carte non può attaccare carte al partner.
La mano finisce quando un giocatore ha chiuso, cioè non ha più carte in mano: questi deve contare i punti delle carte sul tavolo, sue e del compagno, sottraendo il valore in punti delle carte rimaste al suo compagno.
I due avversari devono contare i punti delle carte sul tavolo e sottrarre i punti delle carte che hanno in mano. I poker raddoppiano il proprio valore come le scale composte da 7 carte ed oltre se prive di Jolly.

Se il suo compagno non ha aperto nel suo turno paga il doppio del valore delle carte che ha in mano. Ciascuno degli avversari, se ha aperto, calcola i punti normalmente, se non ha aperto nel proprio turno, paga il doppio del valore delle carte che ha in mano. Se la chiusura avviene prima del turno di un qualsiasi giocatore, questo giocatore paga normalmente i punti che ha in mano senza raddoppiarli, perché non ha avuto la possibilità di giocare.
Vince la coppia che raggiunge per prima i: 1500, 2000 o 2500 punti in base agli accordi presi ad inizio partita.

Da Wikipedia.

Annunci

Autore: Il Gigante

Grande. Molto grande. Informatico per lavoro, cazzaro per vocazione, gigante per natura.

I commenti sono chiusi.