Il Blog del Gigante

Dove c'è tana c'è casa

Alla fine, un cervo libero perde sempre la memoria

Nel senso che un individuo che si scosta dalla sue origini, ne perde anche la memoria e le tradizioni.

Che poi, non mi piace quel “libero”, perché qui è più “ribelle” o comunque colui che si allontana dalla società per seguire le proprie fantasie. Che poi magari segue le proprie pulsioni e il fatto di dover perdere qualcosa l’ha già messo in conto.
Sarebbe più “solitario”, ma il cervo solitario non si può sentire, casomai il lupo è solitario.
Ma non è la stessa cosa, il lupo è predatore, se si allontana può pure essere per un tornaconto, perché è stato allontanato perché ha fatto qualcosa.
Il cervo è preda, se esce dal branco è anche con una certa incoscienza, perché così è più esposto ai predatori stessi.

Insomma, io non è che sia per forza d’accordo con questa frase o aforisma. Il fatto è che me la sono sognata e la volevo buttare giù. E anche sapere se esiste già qualcosa del genere detta da qualcun altro prima di me.

Annunci

Autore: Il Gigante

Grande. Molto grande. Informatico per lavoro, cazzaro per vocazione, gigante per natura.

I commenti sono chiusi.