Il Blog del Gigante

Dove c'è tana c'è casa

Il capitale umano

In poche parole: non c’entra niente con la Brianza in quanto tale.
Il film è uno spaccato di una visione sociale globalizzata, con l’associazione (che a mio avviso è uno dei mali della nostra epoca) persona-risorsa umana. Un pezzo di società legata al mondo della finanza, con squali, pesci spazzini e altre metafore ittiche a piacere, che travolge tutto e tutti senza remore (altra metafora marina). Quindi poteva essere ambientato in Connecticut (come il libro da cui è tratta la sceneggiatura), nella provincia milanese o nei dintorni della City londinese…
Che poi, uno dice: “Vado a vedermi una bella commedia di Virzì” e invece questo film esula completamente dallo standard del regista toscano, è un film molto complesso e profondo con tinte drammatiche e una costruzione quasi da film giallo.
Magistrali le interpretazioni di Valeria Bruni Tedeschi (la moglie che si è annullata per stare assieme al marito) e Fabrizio Bentivoglio nella fastidiosità del suo personaggio.

Credits: ||Video|«Il capitale umano – Trailer ufficiale – Al cinema dal 09/01»|from:FilmTv.it|Youtube||

Annunci

Autore: Il Gigante

Grande. Molto grande. Informatico per lavoro, cazzaro per vocazione, gigante per natura.

I commenti sono chiusi.