Il Blog del Gigante

Dove c'è tana c'è casa

Carissimo

Carissimo poliziotto municipale,

io trovo giusto e sacrosanto che, quando mi capita, per fretta o per pigrizia o per paura che mi venga divelto lo specchietto, parcheggi la mia autovettura sul marciapiede antistante casa mia, tu passi e capiti che mi faccia una multa. Sono stato scorretto, ho fatto un’infrazione e quindi me lo meritavo.

Ti invito però a passare, oltre che in tarda mattinata/primo pomeriggio, anche la sera fra le 23 e le 2 del mattino. Potrai trovare:

  • parcheggi molto più “fantasiosi” dei miei
  • gente che per sport rompe i coglioni urlando a squarciagola
  • macchine o moto che sfrecciano a tutta birra a 1 cm dai suddetti

Grazie.

P.S.: sto diventando mio nonno. Anzi no, forse lui è stato più tollerante…

Annunci

Autore: Il Gigante

Grande. Molto grande. Informatico per lavoro, cazzaro per vocazione, gigante per natura.

I commenti sono chiusi.