Il Blog del Gigante

Dove c'è tana c'è casa

Fantacalcio perché no

Il fantacalcio non fa per me.

Non perché non mi diverta a scegliere giocatori o fare formazioni. Il problema è la quantità di regole astruse che si generano inevitabilmente nei gruppi, le discussioni senza capo né coda, i perculaggi infiniti (che non ho mai retto). Ma anche il fatto che si basano su voti indubbiamente non oggettivi perché dati da quotidiani che premiano sempre 2-3 squadre.

In più, speravo di poter “giocare di ruolo” a fare il fantapresidente, invece mi ritrovo peggio degli ubriaconi che discutono a vanvera di calcio al bar.

Quindi basta, almeno per ora.

Annunci

Autore: Il Gigante

Grande. Molto grande. Informatico per lavoro, cazzaro per vocazione, gigante per natura.

I commenti sono chiusi.