Il Blog del Gigante

Dove c'è tana c'è casa


Lascia un commento

No caro non è così che si guida /1

Piccola rubrica dove smadonno sulle malsane abitudini alla guida dei miei concittadini…

Caro amico golfista, se stiamo dietro un veicolo lento che tutti dobbiamo sorpassare e stiamo aspettando che si liberi la relativa corsia, quando ciò avviene il primo a farlo deve essere il più vicino al suddetto veicolo che abbia messo la freccia: nella fattispecie io. Non provare a fare il furbo partendo dal fondo ché sennò mi fai inquietare.

Grazie.


My mind plays tricks on me

Periodo di sogni strani questo.

Due settimane fa sogno che una mia cara amica (sposata con prole) aveva un storia con un tipo. Tipo che era fisicamente enorme (~2.20m), mentre lei è piuttosto piccolina.

Solo che mi dava la notizia scrivendomi in chat, ma anziché scrivere direttamente aveva prodotto un documento, tipo dossier, dettagliatissimo, con foto e tutto quanto. Ma questo documento non me lo inviava direttamente ma lo aveva fotografato, per cui si leggeva la prima parte ma non il seguito, così io rimanevo con la curiosità legata al tradimento e al prosieguo del dossier.

Invece stanotte ho sognato che Saverio Raimondo (lo stand-up comedian) teneva una lezione universitaria sul rischio idrogeologico, serissimo e precisissimo, mentre io ero l’assistente. Neanche a dire che io (né Saverio ovviamente, che io sappia) con l’argomento non c’entro una mazza.

Prego gli psicologi all’ascolto di non spiegarmi niente su questi sogni!!


Fubles come ascensore sociale

Poletti dice che per trovare lavoro siano più utili le reti interpersonali che le competenze, e porta come esempio l’organizzare e partecipare a partite di calcetto.

Gilioli fa notare che è importante con chi si gioca: meglio con quelli che il lavoro te lo possono dare che con gli amici del baretto.

Ne deduco che a questo punto l’app di Fubles, piattaforma di social calcetting, sia, nell’Italia del 2017, il miglior ascensore sociale, soprattutto per la parte che consente di partecipare a partite fra sconosciuti.

Penso quindi di essere molto fortunato ad avere un lavoro, visto che sono una pippa a pallone…